mercoledì 24 luglio 2013

Hibachi - ovvero qualcosa di diverso al ristorante giapponese

Lo ammetto, ho sempre evitato con attenzione i ristoranti giapponesi: non ho mai provato, ma l'idea del pesce crudo non mi entusiasma affatto, e, se posso scegliere, scelgo qualcos'altro.

Questa volta la scelta pero' l'hanno fatta i miei colleghi con cui mi sarei visto a cena, e cosi' mi sono trovato per la prima volta in un ristorante giapponese.

Quello che mi tranquillizzava era la scritta sotto l'impronunciabile nome giapponese del ristorante: "Sushi & Steak Restaurant" ... probabilmente avrei trovato di qualcosa di cotto a sufficienza.

La cameriera ci ha cosi' fatto accomodare ad uno strano tavolo dove era presente una enorme piastra di acciaio e poi i piatti disposti tutto intorno su tre lati


Su questa piastra il cuoco ha cucinato prima delle verdure, poi degli "spaghetti", una montagna di riso e ogni volta li distribuiva a tutti i commensali.
In ultimo ha cotto le bistecche, il pesce o i gamberi che ciascuno di noi aveva ordinato appena seduti: il tutto ovviamente condito con le classiche salsine.

E mentre cucinava non si stava mai fermo e faceva commenti, accendeva fiamme alte sulla piastra incendiando qualche liquido tipo olio (ma non sono convinto che fosse proprio olio), batteva coltelli affilati sulla piastra modello batteria, gicava con le uova lanciandole in aria prima di romperle sulla piastra ... e cose del genere: insomma uno spettacolo molto simpatico.

Il tutto ad un prezzo piu' che accettabile

Non ho mai visto nulla del genere in Italia, ma forse solo perche' mi sono sempre tenuto a notevole distanza da qualunque cosa che avesse a che fare con il cibo giapponese.