venerdì 4 aprile 2014

Sentirsi diciottenni ...

... senza averlo chiesto.

Questo è quello che ci è capitato nell'ultimo mese.

Per quasi tutti i maggiorenni d'Italia una delle tappe fondamentali verso la maturità è infatti il conseguimento della tanto agognata patente di guida per automobili, che anche noi QUI, abbiamo dovuto conseguire nuovamente: la Driving License dello stato del Massachusetts.

In questo stato la patente Italiana è utilizzabile fino al massimo di 12 mesi dall'ingresso negli USA;una volta acquisita la residenza nel Massachusetts diventa obbligatorio convertire la propria licenza, in quella dello stato dove si risiede.

Poiché la conversione è possibile solo per coloro che hanno una patente di guida  conseguita in uno degli altri 49 stati degli USA, a noi è toccato sostenere da capo gli esami, sia il test scritto  che la prova pratica.

Ci siamo così presentati agli uffici dell'RVM (locale motorizzazione) con i nostri documenti che attestano la nostra residenza nello stato (la bolletta a noi intestata con relativo indirizzo è considerata prova valida a tal fine) e abbiamo sostenuto la prova scritta: una serie di 24 domande chiuse in cui era ammesso sbagliarne un massimo di 6.

La nostra maggiore preoccupazione non era tanto  nel  conoscere  la risposta corretta (in fondo guidiamo da 20 anni), ma piuttosto di non capire " linguisticamente" il quesito. Ebbene, prima di iniziare, a nostra insaputa,  ci e' stato chiesto: " In quale lingua desideri sostenere  il test?", noi increduli e scettici ( ma ti pare possibile?!?) abbiamo risposto " Italian language"

e loro sono andati a prenderci il quiz in italiano........... sogno o son desto ?!?

Passata la prova scritta  ci siamo iscritti  per la prova su strada (road test). Il tutto avviene tramite il portale della motorizzazione del Massachusetts che ti offre diverse opzioni di data, in località'  diverse nei dintorni della tua abitazione; a te  scegliere la data, il luogo e l'ora più congeniale.  Dopodiche'   abbiamo imparato a nostre spese che la cancellazione di un appuntamento entro  tre giorni dall'appuntamento, ti viene addebitato comunque, come se lo avessi sostenuto.

Al momento del road test ti viene richiesto:

  1. che sia presente un accompagnatore (sponsor) con una patente valida da almeno un anno
  2. che la macchina abbia  il freno a mano tra i sedili anteriori (ora quasi tutte le macchine qui lo hanno come pedale addizionale)
  3. se pensi di utilizzare una macchina a noleggio  bisogna assicurarsi che la società di noleggio consegni tutti i documenti necessari, cosa che normalmente non avviene.
Prima di iniziare  il road test  viene chiesto al candidato di attuare  le le segnalazioni "manuali", una cosa che in Italia non esiste e che invece qui sembra sia fondamentale.


Comunque alla fine, come giovani diciottenni (sedicenni da queste parti) ora possiamo sfoggiare le nostre patenti nuove di zecca!


2 commenti:

  1. Ora vi voglio a Indianapolis!!!
    Buona Pasqua
    Jonathan

    RispondiElimina
  2. Ahhahah, stupenda emozione... :D

    RispondiElimina